In arrivo una penalizzazione per la Juventus?

Dopo il rigetto dell’istanza presentata al Tar del Lazio, con cui la Juventus chiedeva un elevatissimo risarcimento per i danni derivati da Calciopoli, sembrano aprirsi nuovi inquietanti scenari per il club torinese.

A gettare ombre sull’immediato futuro dei bianconeri è la palese violazione della clausola compromissoria, che è stata operata rivolgendosi al Tribunale Amministrativo Regionale. In pratica le società di calcio sono tenute a non rivolgersi ad altre giurisdizioni che non siano quella espressamente prevista dagli statuti federali. 

L’art. 15 del Codice di Giustizia Sportiva riporta, nell’ambito delle sanzioni correlate alla violazione dell’art. 30 dello Statuto FIGC (ovvero della clausola compromissoria) una penalizzazione di almeno tre punti in classifica per le società. Pena che può essere raddoppiata quando il ricorso alla giustizia ordinaria avviene su pene inflitte dalla giustizia sportiva.

Va rilevato che l’ultimo caso in tal senso è stato quello relativo al Pavia, squadra che è stata penalizzata di due punti nel torneo di Lega Pro dopo il ricorso alla giustizia ordinaria contro un suo tesserato, il direttore generale Londrosi.

Si tratta di una questione di grande rilevanza anche per chi ama le scommesse sportive, in quanto una eventuale penalizzazione della Juventus avrebbe come conseguenza quella di rialzare notevolmente la sua quota nella corsa al titolo, facendo abbassare di conseguenza quella delle possibili avversarie, a partire da Napoli, Roma e Inter.

Va anche ricordato come la Juventus potrebbe riportare ulteriori danni a livello europeo, considerato che l’UEFA ormai da anni sta combattendo la tendenza ai ricorsi presso la giustizia ordinaria prefigurando esclusioni non solo dei team, ma anche delle federazioni coinvolte.

Non resta quindi che attendere ulteriori sviluppi della questione, cercando di capire anche come tutto ciò possa influire sulla lotta per lo scudetto e sulla formazione di quote che vedono attualmente la Juventus a 1,35, seguita dalla Roma a 7 e dal Napoli a 9.   

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.